“Il bambino ha cento lingue, ma gliene rubano novantanove. La scuola e la cultura gli separano la testa dal corpo. Gli dicono di pensare senza mani, di capire senza allegrie, di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono che il gioco e il lavoro, la realtà e la fantasia, il cielo e la terra, la ragione e il sogno sono cose che non stanno insieme.

Gli dicono insomma che il cento non c'è. Il bambino dice: invece il cento c'è.”

L. Malaguzzi

Il nostro approccio educativo condivide l’idea che l’apprendimento non dipenda da rapporti di causa-effetto tra processi di insegnamento e risultati, ma che sia in gran parte opera degli stessi bambini, delle loro attività e dell’impiego delle risorse di cui sono dotati.

I bambini svolgono sempre un ruolo attivo nella costruzione e nell’acquisizione del sapere e del capire. Lo scopo, pertanto, non è produrre apprendimento ma produrre condizioni di apprendimento. I servizi gestiti da Nuova Assistenza partono da questa premessa per realizzare ambienti a misura di bambino, in grado di valorizzare le peculiarità e l’originalità dei bisogni individuali.

Inoltre, la nostra esperienza si estende a contesti di forte disagio sociale, dove l’urgenza di un progetto educativo appropriato è la condizione basilare per tutelare il benessere del minore. Le nostre gestioni riguardano: